Alcuni alimenti che causano le emorroidi

Compartecipazione...Tweet about this on TwitterEmail this to someoneBuffer this pageDigg thisShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Pin on Pinterest

fiber foodSe siete qui, è molto probabile che sai di emorroidi. Emorroidi possono essere molto a disagio con tutto quel prurito e dolore. I problemi aumentano ogni volta che si passa un movimento intestinale.

Proprio come un sacco di altri disturbi di salute, le emorroidi è anche direttamente collegato a ciò che tipo di alimenti si prende. Alcuni alimenti peggiorano la situazione in cui, come alcuni degli alimenti vi darà un sollievo. In generale, gli alimenti con alto contenuto di fibre può aiutare con questo. Cibi ricchi di fibre possono essere cereali integrali, frutta fresca, verdura, ecc

Poi ci sono alcuni tipi di alimenti che dovrebbero essere evitati soprattutto quando si dispone già di un problema di prendersi cura di. Peperoncini rossi, senape e anche alcol può peggiorare la situazione. Si dovrebbe anche evitare gli alimenti che possono causare stitichezza. Gli alimenti trasformati, amido, zuccheri raffinati ecc entrano in questa categoria. Cibi piccanti possono essere molto di buon gusto, ma poi, evitando loro è una buona opzione se si dispone di tali problemi.

La dipendenza da stimolanti esterni come la caffeina è anche un male per i movimenti intestinali nella loro forma naturale. Si ottiene sempre più dipendenti da tali stimolanti con un uso regolare. Inoltre, si dovrebbe cercare di mantenere il corpo idratato con un sacco di acqua e fluidi. L’alcol può disidratare il corpo e rendere più difficile sgabelli che diventano più difficili da passare attraverso aumentando così l’irritazione. Così si dovrebbe fare attenzione con l’alcol e il caffè.

Così come una semplice regola, più fibre e più liquidi sono sempre i tuoi amici e il contrario è anche vero.

order button

Se si desidera eliminare i vostri emorroidi per buona lettura, cliccando qui…

Compartecipazione...Tweet about this on TwitterEmail this to someoneBuffer this pageDigg thisShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>